(articolo letto 382 volte)

  • Lo scrittore Mauro Covacich autore de “La città interiore” (ed. La Nave di Teseo) per la Narrativa;
  • Pietro Bartolo e Lidia Tarlotta autori di “Lacrime di sale” (ed. Mondadori), un libro in cui il medico di Lampedusa -già protagonista di Fuocoammare– racconta la sua esperienza nel fronteggiare l’emergenza sbarchi per la Saggistica;
  • Maria Attanasio con Blu della Cancellazione (ed. La Vita Felice)  per la poesia;
  • Giulia Caminito con La grande A (ed. Giunti) per la sezione Giovani,

sono i vincitori della 48^ edizione del Premio letterario Vitaliano Brancati in programma il prossimo 30 settembre  nei saloni dell’ Experia Palace Hotel di Zafferana Etnea.

I nomi sono stati svelati dal direttore artistico del prestigioso evento, lo scrittore Raffaele Mangano. Con lo storico premio letterario “Brancati/Zafferana”, il turistico centro etneo si appresta a vivere nuovi intensissimi giorni, ai quali seguiranno settimane ricche di vari eventi che esalteranno una volta di più il ridente paese pedemontano nell’ottica di un consolidato programma mirato alla promozione del territorio in tutti i periodi dell’anno.

L’interessantissimo settembre culturale ha già vissuto un importante prologo in occasione della 4^ edizione del Premio internazionale di pittura Giuseppe Sciuti assegnato quest’ anno alla pittrice Elisa Anfuso. Adesso l’attenzione si concentra sul “Brancati”. Poi, calato il sipario sull’evento, adesso l’attenzione si concentra sul “Brancati”. Poi, calato il sipario sull’evento culturale, appena il giorno successivo, domenica 1° ottobre 2017, a prendere la scena sarà l’Ottobrata Zafferanese in programma nelle cinque domeniche del prossimo mese.

fonte articolo